La Fotocamera oggi: la Bridge

Eccoci arrivati all’ultima parte di questo viaggio nel mondo della fotografia, in questa parte conclusiva parleremo dei mezzi moderni per fare foto, e finalmente dei anche dei nostri amati cellulari.

Il primo Telefono con Camera

Era novembre 2000 quando la Sharp introduce il primo telefono cellulare dotato di fotocamera incorporata. Era il J-SH04 che faceva fotografie con una risoluzione di 0,1 Megapixel. Eppure, è proprio dal quell’obsoleto modello che la macchina fotografica è diventata una fedele compagna delle nostre giornate. Per poi essere canonizzata e portata a livelli altissimi dalla concorrenza spietata tra le grandi case produttrici di cellulari, la battaglia per il miglior smartphone al  mondo ha costretto ad una corsa alla ricerca scientifica, con una battaglia senza fine tra la Samsung e la Apple, per poi far introdurre nel mercato altri competitors. Grazie allo smartphone, è sempre nelle nostre tasche. E se una volta andavamo in vacanza con i rullini da 24 pose, 36 se le vacanze erano particolarmente lunghe, e dovevamo scegliere con cura cosa fotografare, ora siamo capaci di fare lo stesso numero di scatti in una sola giornata. Da Aristotele che scrutava il cammino della luce attraverso un foro, ai selfie in bagno… Quando si dice l’evoluzione della specie!

La Fotocamera oggi: la Bridge

una fotocamera bridge è la risposta giusta se stai per andare in vacanza e ti stai chiedendo se mettere in valigia una reflex o bridge. Nella lotta epica “bridge vs reflex”, in questo contesto, vince la bridge per la praticità. Infatti, non dovrai impazzire portandoti dietro i vari obiettivi che potrebbero essere necessari durante le vacanze, perché potrai sfruttare al massimo i vantaggi dell’ottica fissa. Quindi avrai sicuramente meno ingombri, meno impicci mentre sei in viaggio perché non dovrai attaccare e riattaccare l’obiettivo giusto, avrai più spazio libero nello zaino o nella borsa da mare e meno pesi da portare con te.

La Fotocamera oggi: la Bridge
La Fotocamera oggi: la Bridge

Tutto questo senza dover rinunciare ad avere degli ottimi scatti delle tue vacanze e neanche al piacere e al divertimento tipico di chi ama giocare un po’ con la fotocamera grazie alle diverse regolazioni manuali. Quindi a questo punto sai quali sono gli assi nella manica di una macchina fotografica bridge e hai capito come le migliori fotocamere bridge possano davvero non farti rimpiangere la reflex. Quindi in definitiva: meglio reflex o bridge? Reflex se ne devi fare un uso professionale, bridge per l’uso personale come le foto delle vacanze per sbarazzarti del peso degli obbiettivi da cambiare sul corpo macchina. Una macchina fotografica bridge è molto più di una fotocamera compatta. Ma tecnicamente non è nemmeno una reflex. Le migliori fotocamere bridge si sono conquistate un segmento nel mercato della fotografia, abbracciando molte caratteristiche delle macchine fotografiche professionali reflex, con la facilità di utilizzo delle compatte. Come ti ho detto, sono un po’ “la terra di mezzo” della fotografia.